LA FRUTTA SECCA SI PUÒ MANGIARE TUTTI I GIORNI …

LA FRUTTA SECCA SI PUÒ MANGIARE TUTTI I GIORNI
La frutta oleosa, grazie all’alto contenuto di fibre e acidi grassi mono e polinsaturi, svolge un’azione protettiva nei confronti delle malattie correlate alla sindrome metabolica, non solo il diabate, ma anche tante altre che vanno dall’ipercolesterolemia ai tumori.
Inoltre il basso contenuto di zuccheri fa liberare poca insulina non innescando il circolo vizioso della fame.
Ad avvalorare questa idea, sono stati condotti alcuni studi epidemiologici che hanno dimostrato una correlazione non significativa o addirittura inversa tra consumo di frutta secca, mandorle in particolare, e aumento di peso.
Questo potrebbe essere in parte dovuto alla degradazione enzimatica a livello gastrointestinale, per cui i grassi si assorbirebbero in modo limitato.
Senza contare che l’alto contenuto di acidi grassi a livello intestinale è capace di indurre un aumento della produzione degli ormoni responsabili del senso di sazietà.

CONTRO LA CELLULITE IL MINESTRONE NON FUNZIONA …

CONTRO LA CELLULITE IL MINESTRONE NON FUNZIONA
Idratarsi è indispensabile ma bere in modo esagerato non risolve il problema della ritenzione.
Contrariamente a quanto si crede, il minestrone non è la soluzione, specie se i vegetali che si mettono in pentola non sono quelli giusti.
I minerali e sali, rilasciati in acqua dalle diverse verdure con cui si prepara il brodo, si combinano tra loro e che affaticano il rene senza contrastare affatto la buccia d’arancia.
Tra le verdure cotte la bieta e gli spinaci sono le meno diuretiche e andrebbero limitate anche quelle ripassate con pomodoro.
Meglio cetrioli, finocchi, carciofi crudi e cardi che depurano il fegato, tutte le verdure amare in foglia, come indivia belga, cicoria, radicchio, scarola, disintossicanti e diuretiche, asparagi in primavera, cavolfiori lessi d’inverno.
La cipolla è uno degli ortaggi che più stimola la diuresi e il drenaggio dei tessuti perché contiene flavonoidi, con azione diuretica. Attenzione alla cipolla cotta che diventa dolce, quindi da limitare per chi cerca di limitare gli zuccheri nella dieta.

Il Golden Milk, conosciuto anche come latte …

Il Golden Milk, conosciuto anche come latte d’oro è una bevanda a base di curcuma molto utilizzata nella medicina ayurvedica.

I benefici del Golden Milk sono dovuti soprattutto alla presenza della curcumina sostanza benefica presente nella curcuma.
A cosa serve il latte d’oroRead More

“Non è vero che un amico si vede nel momento …

“Non è vero che un amico si vede nel momento del bisogno, un amico si vede sempre.”
Roberto Gervaso
La cena a letto è servita:
Buratta, panini al sesamo e ai semi di zucca, insalata e mele con glassa di aceto balsamico.

Sapevi che il famoso filino bianco al centro …

Sapevi che il famoso filino bianco al centro dell’agrume,l’albedo, andrebbe mangiato?
Eh si perché è ricco di prebiotici, sostanze indigeribili e non assorbibili, che apportando molte proprietà salutari dopo essere stati fermentati in Acidi grassi a catena corta (SCFAs) dai batteri presenti nella nostra flora intestinale.
EFFETTI POSITIVI ESERCITATI DAI PREBIOTICI : -Creano un ambiente ostile per patogeni (Es.E.coli)
-Migliorano il metabolismo energetico della mucosa intestinale
-Migliorano l’assorbimento di acqua, sali e minerali
-Migliorano il flusso sanguigno della mucosa
-Prevengono patologie dell’intestino (colite ulcerosa , colon irritabile)
-Effetto anti infiammatorio -Migliorano la regolarità intestinale, riducono la diarrea
-Prevengono le allergie -Migliorano la glicemia -Migliorano il metabolismo dei grassi -Migliorano la funzione immunitaria